Usura: coinvolti 16 'colletti bianchi' della Penisola Sorrentina

Usura: coinvolti 16 ‘colletti bianchi’ della Penisola Sorrentina

Usura: notificato un avviso di conclusione indagini a 16 ‘colletti bianchi’ della Penisola Sorrentina. Le accuse sono di usura, truffa, riciclaggio

Prestavano soldi a imprenditori, chiedendo indietro somme con forti tassi usurari: per questo sedici persone – imprenditori e liberi professionisti, per lo più della Penisola Sorrentina – si sono viste notificare un avviso di conclusione indagini al termine di un’articolata attività investigativa coordinata dalla Procura di Torre Annunziata (Napoli).

 

Usura: movimenti finanziari su carte Postepay

Ad eseguire le misure i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento e i finanzieri della tenenza di Massa Lubrense: le accuse sono a vario titolo di usura, riciclaggio, esercizio abusivo dell’attività finanziaria, estorsione, truffa, ricettazione, millantato credito e calunnia. Secondo le risultanze investigative, i movimenti finanziari avvenivano su carte ricaricabili Postepay.