Uragano Roma, Milan travolto. I giallorossi vincono 4-2

All’Olimpico va in scena la massima espressione del calcio Zemaniano. La Roma schiaccia il Milan per tutta la partita portandosi sul 4-0 poi subisce l’uno-due rossonero firmato Pazzini e Bojan. I giallorossi vincono con merito e agganciano il treno Champions.

Che non sia la serata giusta per il Milan lo si capisce fin dai primi minuti. El Shaarawy impreciso, Boateng e Montolivo non pervenuti. La Roma invece gioca bene e trova la rete al quarto d’ora con Burdisso. Bravo l’argentino ad insaccare di testa dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Faraone pochi minuti dopo ha la possibilità di pareggiare quando viene innescato da Robinho e si ritrova da solo davanti a Goicoechea, bravo a ipnotizzare il numero 92 rossonero e a sventare la minaccia.

Gol sbagliato, gol subito. Totti pennella un cross capolavoro e Osvaldo ci mette la firma di testa. 2-0 al 23°. Grandi responsabilità di Yepes nell’occasione che guarda la palla e non il giocatore alle sue spalle. Con Zeman due gol di vantaggio sono pochi per star tranquilli e allora ci pensa Lamela, su assist di De Rossi, a mettere il risultato al sicuro alla mezz’ora. 3-0 e Milan sulle gambe. Il primo tempo vede dunque la supremazia giallorossa che si rende pericolosa in qualche altra occasione e chiude i primi 45 minuti in triplo vantaggio.

Nella ripresa tutti si aspettavano una scossa da parte del Milan che invece continua a soffrire. Al 61° ancora Lamela mette il sigillo sul match siglando il gol del 4-0. È un’apoteosi. Zittiti i pochi tifosi del Diavolo accorsi a Roma. A un quarto d’ora dal termine, tuttavia, Marcos si fa espellere per un tocco di braccio da ultimo uomo. Giallorossi in nove e Milan che tenta timidamente di affacciarsi nella metà campo avversaria.

La Roma però controlla saldamente la situazione. Situazione che le sfugge di mano, però, negli ultimi minuti quando l’undici di Allegri trova due gol in due minuti, prima con Pazzini dal dischetto e poi con Bojan. 4-2 e, dobbiamo dirlo, risultato che sta stretto ai giallorossi.

Rossoneri che si rinvigoriscono nei minuti finali tentando la rimonta impossibile che tuttavia non riesce. Finisce col trionfo della Roma che sale a 32 punti e si mantiene agganciata al treno buono per la Champions. Milan invece che dopo il filotto di vittorie consecutive registra una brutta battuta d’arresto e chiude il 2012 nel peggior modo possibile.

Francesco Monaco

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *