Universiadi 2019: i lavori allo stadio San Paolo termineranno il 25 giugno

Termineranno il 25 giugno i lavori allo stadio San Paolo di Napoli in vista delle Universiadi di Napoli 2019 che si terranno dal 3 al 14 luglio

Termineranno il 25 giugno i lavori allo stadio San Paolo di Napoli in vista delle Universiadi di Napoli 2019 che si terranno nel capoluogo partenopeo dal 3 al 14 luglio

Termineranno il 25 giugno i lavori allo stadio San Paolo di Napoli in vista delle Universiadi di Napoli 2019 che si terranno nel capoluogo partenopeo dal 3 al 14 luglio. Nella giornata di oggi si è provveduto alla stesura di altri mille metri della pista di atletica, che verrà ultimata entro sabato. Entro la fine del mese, hanno assicurato i direttori dei lavori ai componenti della Commissione Universiadi del Consiglio comunale di Napoli che oggi hanno svolto un sopralluogo nella struttura, la pista di atletica verrà consegnata come da cronoprogramma.

 

Universiadi 2019, Moretto: “restano alcuni aspetti da affrontare, non coperti dal finanziamento”

universiadiProsegue inoltre la rimozione dei sedili e l’impermeabilizzazione delle gradonate: entro il prossimo 25 giugno i lavori termineranno e verranno installati i nuovi sedili, ad eccezione della Curva B dove verranno apposti successivamente, perché l’area verrà impiegata per l’installazione delle scenografie per le Universiadi. Entro il 15 giugno, invece, saranno consegnati i maxischermi. Mancano poche batterie per completare la riqualificazione dei vecchi servizi igienici, e a giorni partirà il cantiere per i nuovi. Alcuni lavori proseguiranno al termine delle Universiadi, come ad esempio la copertura dello stadio, non finanziata dalle Universiadi, e gli spogliatoi.

I consiglieri comunali hanno visitato anche altre aree dell’impianto, come la sala regia, dotata di impianti all’avanguardia per la gestione dell’illuminazione e per la supervisione di tutto l’impianto elettrico dello stadio. Per il presidente della Commissione, Vincenzo Moretto, “è importante aver avuto rassicurazioni sulla consegna entro il 25 giugno, anche se il termine del 30 maggio non verrà rispettato per l’ultimazione di tutti i lavori“. Secondo Moretto “restano alcuni aspetti ancora da affrontare, non coperti dal finanziamento delle Universiadi, come la copertura dello stadio, ma anche la sorte delle gradinate realizzate per Italia ’90 , la nota dolente dei parcheggi e dell’intera area esterna che resta poco accogliente“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *