“Un’altra realtà”, la mostra d’arte visionaria contemporanea che incontra la Riforma protestante

L’evento è stato organizzato con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e del Goethe lnstitut per celebrare il cinquecentenario della Riforma protestante, avvenuta nel 1517 in Germania. 

È stata inaugurata il 14 settembre la mostra “Un’altra realtà. Arte visionaria contemporanea“, organizzata dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli presso il Castel dell’Ovo.

La mostra si terrà nell’ambito dell’ampio programma di eventi culturali “Napoli incontra la Riforma” dislocati per tutta la città partenopea.

“Un’altra realtà”: quaranta opere

L’evento è stato organizzato con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e del Goethe lnstitut per celebrare il cinquecentenario della Riforma protestante, avvenuta nel 1517 in Germania.

La mostra “Un’altra realtà” raccoglie quaranta opere di quindici artisti impegnati nell’arte visionaria contemporanea, italiana ed europea: Stefano Canepari, Patrizia Comand, Alfredo Casali, Ilaria Del Monte, Lello Esposito, Fabrizio Fontana, Luciano Longo, Giuseppe Marinelli, Jolanda Spagno, Eva Caridi, Christos Pallantzas, Mózes Incze, Péter Párkányi Raab, Gabor Szenteleki, Henning von Gierke.

Ma gli eventi non finiscono qui. Al secondo piano di Castel dell’Ovo si potranno visitare la mostra “Martin Lutero. La Riforma e le sue conseguenze”, una esposizione di abiti d’epoca. Infine la mostra fotografica sul backstage del docu-film “La Riforma incontra Napoli”, che sarà proiettato il 28 settembre alle ore 17.00 alla presenza del cast. Alla presentazione interverranno Luigi De Magistris, Nino Daniele,  Riccardo Bachrach, Presidente della Comunità Evangelica Luterana di Napoli, Fiorella Fiore, Storica dell’arte e Sergio Buoncristiano, curatore della mostra.

Le diverse esposizioni resteranno aperte fino al 14 ottobre, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 18:30; domenica e festivi dalle 9:30 alle 13:30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *