Avvistamento ufo a Capua: verità o bufala?

Lunedì sera a Capua, in provincia di Caserta, è stato avvistato un ufo. Chi l’ha visto (numerose persone) ha anche fatto video e scattato fotografie. Sarà vero?

“A noi sembrava proprio qualcosa fuori dal comune”. I cittadini di Capua, comune in provincia di Caserta, non hanno dubbi su quello che hanno visto. Si trattava di  un ufo. Ma sarà la verità? Il presunto avvistamento collettivo di un ufo, un oggetto volante non identificato, è avvenuto lunedì in tarda serata nei cieli di Capua. Tutto è cominciato con l’insorgenza, nei cieli di Capua, di un forte bagliore, una sorgente luminosa che disciplinava numerosi fasci di luce, visibili da qualunque prospettiva e che si muovevano a grande velocità.

Ufo a Capua: l’avvistamento collettivo lunedì sera

Spaventati ma anche affascinati dall’insolita visione e solleticati dall’idea di essere testimoni di un fenomeno tante volte riportato ma mai dimostrato con certezza, i cittadini hanno fotografato e registrato l’ufo, convinti che potesse essere un oggetto aeronautico non convenzionale. L’avvistamento è stato registrato sul monte Tifata, un’altura di 602 metri, localizzato nei territori delle Frazioni Sant’Angelo in Formis e San Prisco sull’Anti-Appennino campano.

Ufo a Capua: sarà vero che non siamo soli?

A parte le reticenze nel diffondere una tale notizia, rimane il fatto che di questi fenomeni è costellata la storia delle cronache aeronautiche globali e, anche se nessun governo prende posizione ufficiali in merito, gli archivi ministeriali e le biblioteche mondiali pullulano di questi documenti. L’esistenza terrestre e umana delle tecnologie che dovrebbero essere a capo di questi fenomeni, come testimoniano, anche, il prezioso volume di Luigi Romersa (Edizioni Mursia) intitolato “Le Armi segrete di Hitler” e i documentari televisivi RAI de La Grande Storia e di Correva l’anno, è stata storicamente e scientificamente accertata.

Oggi, in seguito alle campagne militari in Iraq e Siria, è emerso che molti degli avvistamenti avvenuti negli anni potrebbero essere correlati all’utilizzo di armi aeronautiche non convenzionali, ritenute appunto, fino a poco tempo fa, ufo.

Vedere o essere convinti di vedere?

Come già scriveva Galileo Galilei in seguito alla pubblicazione del Sidereus Nuncius nel 1610, la questione è sempre la stessa e cioè: “non basta vedere, ma occorre credere in ciò che si vede”. I cittadini di Capua sembrerebbero convinti di ciò che hanno visto e fotografato: per loro, quello che ha attraversato i cieli di Capua lunedì sera, era sicuramente un ufo.