Ucciso 22 anni fa: ordinanza di custodia cautelare per i boss del clan dei Casalesi

Un’ordinanza di custodia cautelare per un omicidio di 22 anni fa è stata notificata dai carabinieri di Casal di Principe ai boss del clan dei Casalesi

Un’ordinanza di custodia cautelare per un omicidio di 22 anni fa è stata notificata dai carabinieri di Casal di Principe ai boss del clan dei Casalesi Francesco “Sandokan” Schiavone, al cugino omonimo soprannominato “Cicciariello”, e all’esponente di spicco del clan Sebastiano Panaro. Il provvedimento emesso dal Gip di Napoli su richiesta della Dda è stato consegnato nelle carceri dove gli indagati sono detenuti da anni al 41bis.

 

Clan dei Casalesi: dodici colpi di pistola per Giuseppe Quadrano, killer che poi si pentì

Il delitto è quello avvenuto a San Cipriano d’Aversa il 7 luglio 1996: a morire fu Giuseppe Quadrano, massacrato con 12 colpi di pistola calibro 9×21 all’esterno di un bar. Quadrano era cugino dell’altro omonimo Giuseppe Quadrano, killer di don Peppe Diana, il sacerdote ucciso il 19 marzo del 1994 nella sacrestia della Parrocchia di san Nicola di Bari a Casal di Principe. Dopo il delitto del prete, Quadrano iniziò a collaborare con la giustizia; i vertici dei Casalesi, “scottati” dalla scelta, decisero così di mandare un chiaro segnale agli altri affiliati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *