Tutto esaurito a Napoli per Pasqua: grande successo per la città

Una Pasqua piena di turisti per Napoli e la Campania

Non li ha fermati il freddo e il cattivo tempo, né le solite dicerie e luoghi comuni: invasione di turisti a Napoli, che hanno occupato il novanta per cento delle camere degli alberghi del centro e del lungomare durante il periodo pasquale.  Sono accorsi con tutti i mezzi e da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Capodichino, oltre 85mila transiti nei giorni di Pasqua

La Gesac, che gestisce i servizi all’aeroporto di Capodichino ha comunicato che dal 18 al 22 aprile transitano per l’aerostazione napoletana ben ottantacinquemila passeggeri. Ma il numero è destinato a salire e a toccare la cifra record di trecentomila passeggeri entro il 4 maggio, considerando i due ponti lunghi del 25 aprile e del 1 maggio.

Due eventi importanti: la mostra di Warhol e il Gran Tour

La mostra al Pan dedicata al maestro della pop art Andy Warhol sta attirando a Napoli migliaia di visitatori, soprattutto giovani. Altrettanto attraente per i turisti è stata la prima tappa del “Viaggio in Campania, sulle orme del Grand Tour“, dedicata alla visita degli appartamenti di Palazzo Reale.  A tale proposito, l’assessore regionale al turismo Pasquale Sommese ha dichiarato di aver convocato un tavolo tecnico per martedì “per mettere in atto tutte le condizioni per avere successo nell’accoglienza dei turisti. Un incontro con gli Enti locali, le forze dell’ordine perchè i turisti devono trovare la città pulita e deve essere garantita loro la sicurezza. L’idea è di mettere attorno a un tavolo Comune, gli Ept, le forze dell’ordine per dare un’accoglienza degna ai turisti e pensare anche ai tanti cittadini campani. Così da creare una specie di percorso garantito. Con una città pulita, controllo del territorio, mezzi pubblici che funzionino».

La programmazione di qualità paga

Questo successo per la città di Napoli dimostra che, programmando le attività e realizzando eventi di carattere internazionale, i turisti rispondono bene; dunque l’augurio è che si continui a battere la strada della qualità e della sinergia istituzionale, per non rischiare di ricadere subito nei soliti errori e provincialismi in un campo, come quello dell’accoglienza turistica, che può essere strategico per Napoli e per la Campania.