Il turismo in Campania cresce. E parla slavo

Il turismo in Campania (e soprattutto a Napoli) cresce. Lo rivela il rapporto Isnart-Unioncamere. Ecco l’identikit del turista che ama Napoli e la Campania

Il turismo in Campania va bene. Anzi benissimo. E parla slavo. È quanto emerge dal rapporto Isnart-Unioncamere su 500 tour operator mondiali che rivela un trend in crescita degli “sbarchi” turistici nella nostra regione. I dati in dettaglio verranno presentati domani nel corso di una conferenza stampa, che si terrà nello spazio Campania alla Borsa del Turismo Tti di Rimini, e alla quale parteciperà anche l’assessore regionale al Turismo Pasquale Sommese. 

La mappa del turismo in Campania: ecco da dove arrivano più visitatori

Ma qualche indiscrezione ce l’abbiamo già. Il turismo in Campania cresce, e arriva soprattutto dai paesi slavi: Polonia e Bulgaria hanno raddoppiato i loro “pacchetti” turistici verso le mete partenopee e campane; in aumento anche gli arrivi da Giappone, India e Brasile. Presto arriveranno anche i turisti dalla Cina: verranno in Italia in occasione dell’Expo Milano 2014 e si “allungheranno” anche a Napoli e nelle zone costiere limitrofe.

Napoli è la meta preferita dai turisti

Il capoluogo campano resta la meta “preferita” per le vacanze tra tutte le località turistiche della Regione: Napoli è inserita nel 78% dei viaggi organizzati dai 500 tour operator internazionali presi in esame.