Tragedia nel casertano, morti due operai per il crollo di un'impalcatura

Tragedia nel casertano, morti due operai per il crollo di un’impalcatura

I due operai sono morti sotto il peso dell’impalcatura crollata mentre loro lavoravano ad un’altezza di 8-10 metri.

Tragedia nel casertano – I due uomini si chiamavano Antonio Atzeri, 56 anni di Casoria (Napoli) e Tammaro Albino, 48,di Gioia Sannitica (Caserta). Operai morti a Piedimonte Matese nel crollo dei ponteggi che stavano installando davanti alla chiesa di San Marcellino.

Tragedia nel casertano – due operai morti e un terzo ferito

I due stavano lavorando ed erano appena arrivati ad un’altezza di 8-10, come riferisce l’Ansa, quando l’impalcatura è crollata. Sono stati così travolti da tubi di ferro e per loro non c’è stato nulla da fare. Nel crollo è stato ferito anche un terzo operaio, che per fortuna ha riportato solo ferite lievi. Tutti lavoravano per la ditta di San Potito, l’ “Alma Service”, che sta effettuando lavori di ristrutturazione della facciata della chiesa di S. Maria Maggiore, basilica pontificia, dedicata al patrono di Piedimonte Matese, San Marcellino. Ora sono in corso le indagini per capire la natura di tale tragedia nel casertano, se gli operai indossavano caschi e imbragature, e se fossero regolarmente assunti dall’impresa.

foto courtsey Il Mattino