Torture e abusi sessuali su minori online: le perquisizioni e i sequestri avvengono anche a Napoli

Dopo Milano, Roma, Bologna e Catania, le perquisizioni a tappeto vengono fatte anche a Napoli per denunciare gli abusi sui minori

La Polizia Postale di Catania sta eseguendo un’operazione, denominata “eDonkey2000“, grazie alla quale sono già state arrestate due persone a Milano e Bologna per possesso di cospicuo materiale pedopornografico. Inoltre, sono state eseguite perquisizioni anche nei confronti di altre 34 persone accusate di divulgare online video e foto di abusi sessuali su minori, anche molto piccoli.

Perquisizioni e sequestri anche a Napoli

Le città interessate alle perquisizioni sono state Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Como, Cuneo, Firenze, Ferrara, Livorno, Milano, Messina, Napoli, Novara, Pesaro, Pisa, Ragusa, Roma, Savona, Siena, Siracusa, Torino e Verona. Un’enorme quantità di materiale è stato sequestrato: hard disk, pen-drive e computer. Gli indagati, per condividere materiale pedopornografico online, si servivano di un programma peer-to-peer, eDonkey2000, in cui venivano diffuse tramite internet immagini e video di abusi sessuali a danni di bambini di età infantile, spesso molto piccoli, che subivano anche pesanti torture. Si approfondiranno le indagini per risalire all’identità dei minori abusati.