Terremoto a Ischia: 640 persone chiedono assistenza al sistema di protezione civile

Sono 640 le persone che non potendo rientrare nelle proprie abitazioni in seguito al terremoto hanno chiesto assistenza al sistema di protezione civile

Sono circa 640 le persone che, nella notte passata, non potendo rientrare nelle proprie abitazioni a seguito del terremoto del 21 agosto, hanno chiesto assistenza al sistema di protezione civile, trovando ospitalità principalmente nelle strutture alberghiere disponibili sull’isola: circa 580 i cittadini di Casamicciola, 34 quelli di Lacco Ameno e 19 nel comune di Forio.

 

Terremoto a Ischia: proseguono verifiche di agibilità

A questi – rende noto la Protezione Civile – si devono aggiungere tutti gli altri cittadini che, non potendo rimanere nelle proprie case perché palesemente inagibili o in attesa delle verifiche, hanno trovato autonomamente una sistemazione. Proseguono, poi, le verifiche di agibilità che, oltre a continuare sulle strutture alberghiere, stanno iniziando anche sulle abitazioni private per le quali i cittadini hanno presentato agli uffici comunali e alle unità di comando locale (UCL) dei Vigili del Fuoco. A ieri erano stati effettuati complessivamente 46 sopralluoghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *