Terra dei fuochi: tre extracomunitari appiccano rogo di rifiuti tossici, fermati

Terra dei fuochi: fermati nel pomeriggio di ieri tre extracomunitari intenti ad appiccare un rogo di rifiuti tossici nelle vicinanze di Mondragone (CE)

I militari del “Raggruppamento Campania” impegnati nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure-Terra dei Fuochi” hanno fermato nel pomeriggio di ieri tre extracomunitari intenti ad appiccare un rogo di rifiuti tossici nelle vicinanze di Mondragone (CE). La pattuglia dell’Esercito durante il previsto controllo di un’area a ridosso del comune casertano, ha notato in lontananza il movimento sospetto di alcuni individui intorno ad una struttura abbandonata.

 

Terra dei fuochi: tre extracomunitari colti in flagranza di reato

I militari si dirigevano prontamente sul posto, cogliendo in flagranza un gruppo di stranieri che aveva appena appiccato un rogo a dei rifiuti tossici tra cui amianto e catrame. Alla vista del mezzo le persone si davano alla fuga nei terreni limitrofi. I militari dopo un breve inseguimento riuscivano a bloccare tre extracomunitari ed avvertivano vigili del fuoco e forze di polizia. Accompagnati alla stazione dei Carabinieri di Mondragone venivano tratti in arresto per incendio colposo in attesa del processo per direttissima. Le donne e gli uomini dell’Esercito Italiano sono impiegati nella “Terra dei Fuochi” con le funzioni di agente di pubblica sicurezza. Al fine di prevenire e reprimere gli eventuali reati ambientali possono procedere all’immediata identificazione e perquisizione di persone e mezzi, consentendo così il recupero delle aree contaminate della Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *