Telecamere e cancelli sui monumenti

telecamere e cancelli sui monumenti per evitare atti di vandalismo

di Redazione

Telecamere e cancelli suoi monumenti di Napoli, è questa la richiesta che Fabrizio Vona, soprintendente per il patrimonio artistico, storico ed etnoantropologico e del polo museale della città di Napoli, ha fatto oggi alla presentazione del progetto “Monumentando”

Il progetto “Monumentando” prevede lavori di restuari sponsorizzati di 27 monumenti cittadini, tra i quali il ponte levatoio del Maschio Angioino, la fontana “del carciofo” situata in Piazza Trieste e Trento, il monumento ai caduti del quartiere Pianura, il ponte di Chiaia e le mura greche di piazza Bellini.

L’idea di installare delle telecamere e dei cancelli, ha spiegato Vona, nasce dal fatto che a Napoli esiste troppo vandalismo, e secondo il suo parere, l’unico modo per poter portare a compimento un restauro e in futuro evitare eventuali danneggiamenti è questo.

13 febbraio 2014

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *