“Il Sud puzza. Storia di Vergogna e d’Orgoglio”, Pino Aprile presenta il suo ultimo libro al Pan

“Il Sud puzza. Storia di Vergogna e d’Orgoglio”, Pino Aprile presenta al Pan-palazzo delle Arti Napoli le storie di denuncia che danno vita al suo ultimo lavoro

Al Pan oggi c’è puzza di Sud, Pino Aprile giornalista e scrittore pugliese, residente a Castelli Romani, presenta il suo ultimo lavoro edito da Piemme, dal titolo molto più che evocativo: “Il Sud puzza. Storia di Vergogna e d’Orgoglio”.

Storia di un risveglio anzi di molti risvegli”, al centro del libro c’è una presa di coscienza, la voglia di riscattarsi da una condizione di asservimento, che ha contribuito al consolidarsi di un ricatto: “o la salute o il lavoro”, che suona un po’ come “o la borsa o la vita” e ne condivide di sicuro la prepotenza. Un fare da briganti che ha giocato molto sulle debolezze e sulle difficoltà strutturali del Sud. Scegliere tra il lavoro o la vita non è mai stata una vera scelta, sarebbe come rispondere al ladro “scelgo di pagare con la vita ma poi chi mi assicura che non ti prendi la borsa?”

L’autore articola il suo libro raccontando molte storie accomunate tutte dallo stesso leitmotiv: al Sud le persone non vogliono sopportare più. Dicono no ad una certa “malvivenza” troppo a lungo tenuta nascosta, come la polvere sotto il tappeto, solo che al Sud sotto i terreni si nascondevano rifiuti tossici, che avvelenano la vita, e le persone. Pino Aprile torna, con questo ultimo lavoro, a raccontare la sua terra, un Sud consapevole della vergogna e pieno d’orgoglio, capace di gettare le basi per cambiare direzione , iniziando dalla mentalità. Ecco il senso profondo di questa indagine, portare una, dieci, cento testimonianze di come sia possibile non arrendersi al proprio destino, ma anzi di come seppur con difficoltà riscattarlo.

Alla presentazione de “Il Sud puzza. Storia di Vergogna e d’Orgoglio” che si terrà oggi pomeriggio alle 17.30, al Pan Palazzo delle Arti Napoli, interverranno anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, Michele Emilano, sindaco di Bari, l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele e il presidente di Matching Energies Foundation, Marco Zigon.