Stadio San Paolo, arriva l’accordo tra SSC Napoli e Comune?

Ecco i termini dell’accordo sullo stadio tra il sindaco De Magistris e il presidente De Laurentiis.

Il Comune di Napoli e la Società Sportiva Calcio Napoli, come aveva preannunciato il sindaco De Magistris nei giorni scorsi, chiudono in maniera decisiva l’accordo in merito alla questione stadio.

Oggi, al termine di un’estenuante riunione, con venticinque voti favorevoli su trentanove (sette gli astenuti e altrettanti i contrari) è stato decretato l’assestamento di bilancio che tra i punti prevede proprio la transazione relativa alla gestione dello stadio “San Paolo”.

Il patron del Napoli, Aurelio de Laurentiis, verserà i quattro milioni di euro necessari per sanare i debiti del Comune  relativi allo stadio e di conseguenza l’amministrazione comunale si impegnerà a mantenere le promesse fatte al club.

Inoltre in seguito alla normativa sugli stadio contenuta nella nuova Legge di Stabilità, già passata in Senato, nel caso in cui il patron azzurro dovesse presentare un progetto per lo stadio e il comune non dovesse dare risposta entro sessante giorni, la domanda andrà direttamente al premier Letta, che si occuperà della situazione.

Il progetto di ristrutturazione prevede una spesa di almeno settanta milioni di euro, dato che l’intenzione sia del sindaco  De Magistris che del presidente del Napoli è quella di riqualificare tutta l’area di Piazzale Tecchio.
Può dirsi dunque definitivamente allontanata la possibilità di veder giocare il Napoli fuori da quell’impianto che ne è il riferimento irrinunciabile dal lontano 6 dicembre 1959.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *