Sodano c’è e non c’è. Giunta nel panico post-De Magistris

Sodano fa sapere che sarà il ventriloquo di De Magistris. La Giunta non apprezza. Napolitano nemmeno. Quale futuro per Napoli dopo il movimento Arancione?

In queste ore a Palazzo san Giacomo sembra di rivivere un episodio dell’Odissea e precisamente la scena che vede protagonisti un Polifemo (una Giunta) accecato, e disorientato, e un Ulisse (di nome Nessuno) più gaudente che mai. In giunta De Magistris non c’è più, c’è Sodano. Ma a parlare non è lui, bensì il signor Nessuno, qualcuno che pur non essendoci parla e detta legge. Chi è colui che sembra aver stregato il povero Sodano e continua a parlare attraverso di lui? Luigi De Magistris?

Nelle ultime fugaci interviste l'”ex” vicesindaco Tommaso Sodano ha fatto sapere che sarà il ventriloquo di De Magistris, eppure, la Giunta comunale in risposta non esprime serenità. Dall’altra parte del Golfo il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano fa sapere che anche lui non ci sta e che anche se Sodano ritrattasse quanto detto non va bene che a Palazzo San Giacomo a parlare sia Nessuno (De Magistris) e non il nuovo sindaco.

Il problema resta il fatto che De Magistris tutto sommato era l’ultima spiaggia per Napoli e, infatti, senza di lui tutto sembra andare in frantumi. All’affermazione di Sodano “ci sono tanti cantieri da aprire e la questione Bagnoli”, la Giunta diviene nervosa e caotica. Il PD sembra andare all’attacco e considerare l’idea di elezioni anticipate. “Occorreva un cambio politico, e decisioni condivise”, riferisce Enzo Varriale. “Valutiamo un avvicendamento al Pd”, precisa Salvatore Pace. Indecisi Raimondo Pasquino e Davide Lebro, egemonizzati dal Pd. Questi ultimi chiedono un intervento da Roma. La maggioranza scende da 26 a 21 voti ma non è più unita dalla presenza in carne e ossa dell’ex-sindaco. Si spera, comunque, di risolvere la crisi intorno “Sinistra in movimento”, ma rimane ormai l’ingombrante punto di domanda: quale futuro per Napoli dopo il Movimento arancione? Bassolino? Lettieri? O peggio ancora il personaggio televisivo Cecchi Paone?