Sodano batte i Verdi sul tempo e fa rimuovere le grate intorno agli alberi (a spese del Comune)

Così sprecano i soldi pubblici. La rabbia di Attanasio: “Sodano ha sprecato denaro pubblico per impedire la nostra manifestazione, che sarebbe stata a carico dei Verdi”

I Verdi l’avevano annunciata qualche giorno fa, la manifestazione che avrebbe dovuto svolgersi questa mattina in via Porpora, quartiere Arenella, per rimuovere i 10 quintali di grate piazzate intorno agli alberi che, ormai, li stavano soffocando. Ma Sodano ha battuto la “concorrenza” sul tempo, e, ben prima di questa mattina, ha provveduto a far rimuovere le suddette grate a spese del Comune.

Attanasio: “Sono pentito di non aver votato la sfiducia a Sodano”

“Solo per impedire manifestazioni a quella parte politica che fino ad oggi lo aveva sostenuto” afferma in una nota Carmine Attanasio, capogruppo dei Verdi in consiglio comunale, che non nasconde la sua rabbia per lo “smacco” subito dal vicesindaco con delega all’ambiente. “In questo momento mi sto pentendo di averlo salvato non votando la mozione di sfiducia nei suoi confronti” dice amareggiato. “Pur essendo contento” prosegue “che gli alberi siano stati liberati spero che gli stessi, nella fretta dell’improvvisato intervento, non abbiano subito danni. Tanta efficienza però, la vorremmo sempre” chiosa. E “se così fosse”, gli fa eco Francesco Emilio Borrelli, “questa amministrazione sarebbe la più efficiente d’Italia”. Ma è chiaro che, secondo i Verdi, l’amministrazione attuale è tutt’altro che efficiente in materia di tutela ambientale, “considerato lo stato in cui versa il verde cittadino e la strage di alberi che, a memoria d’uomo, solo sotto il suo assessorato è avvenuta in questa città” tuona Attanasio. Insomma, il caso rischia di riaccendere nuove polemiche in consiglio comunale.

Pagare ciò che si sarebbe potuto ottenere gratis: le bizzarre strategie del Comune

A farne le spese – ovviamente – sono sempre le stesse vittime: noi – ignari – contribuenti. L’intervento realizzato dal vicesindaco Tommaso Sodano infatti, per quanto necessario e lodevole, è stato finanziato dalle casse – peraltro già martoriate – del Comune. Un vero e proprio spreco, se si pensa che invece i Verdi avrebbero effettuato lo stesso intervento grazie all’investimento di un privato, e quindi a spese proprie, senza andare a gravare sul bilancio comunale. L’unica richiesta che il gruppo aveva fatto al Comune era quella di poter avere un furgoncino su cui caricare le grate una volta rimosse. Ma quando la richiesta è stata inoltrata all’assessore Sodano, lui ha ben pensato di anticipare i tempi e provvedere “personalmente” alla rimozione dei 10 quintali di ferro che stavano lentamente uccidendo gli alberi di via Porpora. Rifiutando di fatto il contributo volontario dei Verdi. Come si dice, vai a fare del bene…