Soccavo-Fuorigrotta: il viaggio impossibile a bordo del C18 (VIDEO-REPORTAGE)

Le telecamere di Road Tv Italia hanno documentato per voi il viaggio a bordo del C18, raccogliendo i pareri degli utenti sul funzionamento di questa linea

Un’ora e un quarto per arrivare da Soccavo a Fuorigrotta. Non a piedi, ma con i mezzi Anm. Un tema sempre caldo, quello dei trasporti pubblici a Napoli. Addirittura scottante, quando si parla di determinate tratte. Come quella del C18, che dal capolinea Giustiniano di viale Traiano attraversa tutto il quartiere di Soccavo fino a raggiungere viale Agusto a Fuorigrotta, destinazione finale piazza Vittoria.

C18, la linea fantasma.

Delle varie linee di autobus che servono il quartiere di Soccavo sembra essere proprio la C18 quella maggiormente problematica. Almeno 40 minuti di attesa, che troppo spesso diventano ore. Le telecamere di Road Tv Italia hanno documentato per voi il viaggio a bordo del C18, raccogliendo i pareri degli utenti sul funzionamento di questa linea in particolare e del trasporto pubblico partenopeo in generale. Ecco cosa ci hanno risposto.

Malcontento diffuso tra gli utenti.

Alla fermata di via Antonino Pio, i fatti parlano da soli. Almeno mezz’ora di attesa per raggiungere il Vomero (con il C32), piazzale Tecchio (con il C7, che al momento sembra temporaneamente sospeso), piazza Vittoria (con il C18). Gli animi sono infuocati, quasi esasperati. Qualcuno dà la colpa alla pubblica amministrazione, qualcun altro agli autisti che avrebbero poca voglia di lavorare. Chi può farlo, dopo una breve attesa sceglie di andare a piedi. Ma la maggior parte delle persone che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico, in questo quartiere come negli altri, sono anziani. Utenti che fanno perlopiù spostamenti brevi, allontanandosi di poco dal loro quartiere. E che, proprio per questo, ci impiegano ore. Perché da Soccavo, Circumflegrea permettendo, paradossalmente si fa molto prima a raggiungere il centro di Napoli che i quartieri limitrofi, come Fuorigrotta e il Vomero.

Tempi di percorrenza biblici.

Arriviamo alla fermata di via Antonino Pio alle 10,45 circa. Alle 11 in punto arriva il primo autobus. Il successivo passerà alle 11,43 minuti, raggiungendo viale Augusto, la nostra destinazione finale, alle 12,15 circa. Un’ora e un quarto per percorrere 4 km scarsi. Che, a farli a piedi, si sarebbe impiegata la metà del tempo. Se questo è normale…