Serie B: Avellino-Juve Stabia 2-1

di Michele Longobardi

 

Avellino primo in classifica e pronto per il grande salto. Juve Stabia fanalino di coda.

Il posticipo di B ha decretato, con il sentitissimo derby campano tra i biancoverdi di mister Rastelli e la squadra di Castellammare, che l’Avellino è pronta a tornare su palcoscenici che calcò circa trenta anni fa. La Serie A non è un sogno, il primo posto, insieme a Empoli e Palermo, non è frutto del caso. La squadra di bomber Castaldo gioca bene e ottiene risultati dove vuole e quando vuole.

Scenario opposto quello della Juve Stabia, le Vespe sembrano non avere più l’entusiasmo e la verve di due anni fa e anche la rosa manca di alcuni elementi fondamentali, come fu Marco Sau. I gialloblù sono ultimi a soli 7 punti.

L’Avellino passa in vantaggio dopo sei minuti con Schiavon, che ribadisce in rete un rimpallo causato da un inserimento di Castaldo. Proprio Castaldo segna il 2-0 nella ripresa, al 16′ da calcio d’angolo, il giocatore ex Benevento, Nocerina e Juve Stabia stessa, segna su sponda di Peccarisi. A 10 minuti dalla fine è Suciu a riaprire la partita con un tiro da fuori area, ma le cose si complicano con l’espulsione di Baraye.

Nei prossimi impegni l’Avellino giocherà da capolista contro il Crotone, mentre la Juve Stabia affronterà i siciliani del Trapani.

 

18 novembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *