Selvaggia Lucarelli: "Giletti aggredito perché avrebbe infangato Napoli, sono allibita"

Selvaggia Lucarelli: “Giletti aggredito perché avrebbe infangato Napoli, sono allibita”

Selvaggia Lucarelli commenta, con un post sul suo profilo Facebook, quanto accaduto a Massimo Giletti dopo le sue parole su Napoli

Selvaggia Lucarelli torna a parlare di Napoli e, questa volta, lo fa per difendere Massimo Giletti e le sue parole su Napoli che hanno scatenato una vera e propria bufera. Lo stesso conduttore, subito dopo i primi attacchi giunti dal mondo del web, ha parlato in propria difesa affermando di non aver mai attaccato Napoli e i napoletani. “Non ho mai detto che Napoli è una città indecorosa, ho solo detto che la classe politica scarsa degli ultimi 10-20 anni ha portato al degrado di molte zone della città, a discapito dei napoletani onesti”, ha dichiarato Giletti all’Ansa.

 

Selvaggia Lucarelli: “Dire che la città è sporca, per una parte, è lesa maestà”

Ma Selvaggia Lucarelli non ci sta e decide di dire la sua in merito a quanto accaduto e, soprattutto, in merito agli attacchi nei confronti del conduttore della Rai. La Lucarelli ha quindi scritto un post sul suo profilo ufficiale Facebook per esprimere il proprio pensiero sull’accaduto:

Mi ero persa la polemica Giletti vs Napoli, ma ho recuperato e devo dire che sono allibita. Giletti aggredito e insultato sui social perchè avrebbe infangato Napoli. La frase incriminata è:
“Voi iniziate a far andare avanti la vostra città che è indecorosa in certi punti. Se lei esce dalla centrale della stazione uno trova immondizia in tutti i vicoli”.
Bene. Vorrei capire cosa avebbe detto Giletti per scatenare le furie partnopee. Dire che la città è sporca, per una parte di Napoli, è lesa maestà. A infangare Napoli è Giletti, mica l’immondizia. Ora, la stessa cosa è capitata più volte a me. Parli di Napoli sollevando questioni sulla città o su qualunque cosa riguardi Napoli e i napoletani e scoppia il putiferio. C’è gente che siccome mi sono permessa di dire che Napoli non doveva PRETENDERE i funerali di Pino Daniele mi ha tolto il saluto. Personaggi locali che non perdono occasione per insultarmi o deridermi sui loro canali perchè ormai hanno deciso che odio Napoli e cazzate del genere. (che poi in radio io lavoro con due napoletani e la mia più cara a mica è di Avellino, pensate quanto schifo i napoletani e la Campania) E mi spiace dirlo ma questo accade solo con Napoli. Se tu critichi qualcosa che riguarda Napoli, tu odi Napoli e non se ne esce. Sono mesi che si parla di Roma, si dice che la città faccia schifo, sia allo sbando e così via e non ho sentito un romano dire: “Odiate Roma”. I romani sono i primi a lamentarsi o, addirittura, a fare autorironia sulla loro città. Amici napoletani, se volete che le cose cambino dalle vostre parti, i primi a cambiare dovete essere voi. Basta vittimismo, che di cose da risovere ne avete un bel po’. E ricordarvelo, di tanto in tanto, non è tifarvi contro, ma tifare per voi“.

Queste le parole scritte dalla Lucarelli che, in pochi minuti, ha ricevuto numerose risposte da parte del popolo napoletano che non ha gradito ciò che è stato detto da Giletti e il post scritto dalla stessa Selvaggia Lucarelli.