Secondigliano: oltre 2000 persone in piazza contro il comune

Una folla di 2000 persone ha percorso le strade del quartiere per protestare contro l’abbandono e il degrado del corso Secondigliano

La carica dei 2000 ha sfilato oggi dal corso Secondigliano a Capodichino contro l’amministrazione comunale. Sono stati circa 2000, infatti, i cittadini che hanno sfilato insieme ai commercianti per dire basta alla situazione di degrado che colpisce l’area di Napoli Nord. Presenti anche i rappresentanti delle istituzioni locali e tantissime associazioni. Una marea di fischietti ha sfilato lungo un corso Secondigliano totalmente deserto. La partecipazione dei commercianti è stata, infatti, altissima.

Angelo Pisani: “Napoli non è solo via Chiaia e lungomare liberato, Napoli Nord merita rispetto”

“Sono qui perché le istanze di Napoli Nord sono anche le mie – dichiara il presidente dell’VIII municipalità Angelo Pisani – è ora di dire basta a un territorio sempre più abbandonato, sempre più terra di nessuno e dove l’amministrazione comunale ha dimostrato di non voler venire. Le municipalità – continua Pisani – devono essere vicine ai cittadini e ai commercianti che manifestano il loro giusto disagio. Un disagio – conclude – provocato da una amministrazione scellerata che dimentica che Napoli non è solo via Chiaia o il lungomare”.

Le associazioni sul piede di guerra: “Il sindaco prepari le ordinanze necessarie o andremo avanti”

“Oggi è successa una cosa che mai si era verificata – dichiara Raffaele Ambrosino di Anche Napoli Nord” – tutti i cittadini si sono uniti e si stanno ribellando contro una amministrazione che li ha abbandonati. La manifestazione di oggi è solo un primo passo, andremo avanti e il comune dovrà ascoltarci. Il sindaco – conclude Ambrosino – prepari al più presto i decreti e i provvedimenti necessari a ridare dignità a un territorio che non è solo un bacino di voti”.

Qualche testa calda allontanata all’inizio della manifestazione

Durante il corteo non si sono registrati incidenti. Le forze dell’ordine hanno inizialmente faticato a tenere a bada una folla che non era prevista nemmeno dagli stessi organizzatori. Qualche “testa calda” che inizialmente aveva creato qualche problema prendendo a calci le autovetture e gli autobus in transito è stata prontamente allontanata dagli organizzatori che si sono detti estremamente soddisfatti dalla perfetta riuscita dell’evento e dalla spontanea partecipazione della cittadinanza.