“Se stiamo insieme” A Poeté racconti di coppie di fatto (VIDEO)

Una raccolta di racconti tutti incentrati sul tema dei diritti (che non sono mai arrivati) delle coppie di fatto

 di Federica Russo

”Ci accorgiamo di essere una coppia di fatto quando il fatto é fatto. In una sala di rianimazione, davanti a un giudice o dal direttore di una banca. E siamo di fatto per differenza”.

Se stiamo insieme”, presentato a Poeté il 12 dicembre, è un libro scritto a più mani curato da Claudio Finelli. Storie di coppie eterosessuali che per scelta non sono unite in matrimonio, e coppie omosessuali che, diversamente, non avrebbero, per legge, la possibilità di farlo neanche se volessero. Ciò che le accomuna è la trasformazione dell’altro in un estraneo di fronte alla legge. Si possono condividere anni, sogni, speranze, vita con il proprio compagno o compagna, ma in ambiti burocratici tutto  è cancellato, per la legge il tempo trascorso insieme non esiste, per la società l’amore non ha alcun valore.

Sono intervenuti alla presentazione alcuni degli autori, Franco Buffoni e Eduardo Savarese, il curatore Claudio Finelli e l’editore Mario Gelardi, accompagnati dalle letture degli attori Roberto Azzurro, Carlo Caracciolo e Mario Di Fronzo. ”Se stiamo insieme” analizza l’esclusione dell’amore, della convivenza, di persone, uomini, donne, figli a cui la politica italiana ha voltato le spalle.

”Per la legge noi non esistiamo – scrive Ivan Scalfarotto“Non esiste il nostro amore, non esiste la nostra vita, non esiste nulla”.

GUARDA IL VIDEO:

14 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *