Scontri del 12 aprile, arresti domiciliari per Ugo, napoletano fermato durante la manifestazione a Roma

Dopo 5 giorni trascorsi a Regina Coeli è arrivata la decisione del Gip: Ugo e gli altri 3 arrestati agli arresti domiciliari

Tornerà a casa ma sarà agli arresti domiciliari Ugo, il ragazzo napoletano arrestato lo scorso 12 aprile a Roma in seguito agli scontri che infiammarono via Veneto durante la manifestazione nazionale contro il jobs act.

Ugo è stato arrestato insieme ad altri 3 manifestanti, e si trova attualmente nel carcere di Regina Coeli, dove è rimasto finora in attesa della decisione del Gip. Decisione che è arrivata proprio in queste ore: Ugo, così come gli altri 3 ragazzi arrestati, aspetterà il processo a casa, agli arresti domiciliari. “Un piccolo successo, meglio di Regina Coeli”, scrivono sulla pagina Fb del Collettivo dell’Orientale di cui Ugo è membro, “ma ora vogliamo i nostri compagni completamente liberi”.

Appena qualche giorno fa un corteo spontaneo aveva sfilato per le strade della città per mostrare solidarietà a Ugo e agli altri arrestati, chiedendone l’immediata scarcerazione, come ha raccontato ai nostri microfoni Celeste, la ragazza arrestata lo scorso 19 ottobre durante un’altra manifestazione nazionale, membro del Collettivo Universitario Autorganizzato Giulia Valle che ha assistito anche agli scontri del 12 aprile.