Sciopero della fame per De Magistris: a farlo un Baritono del San Carlo

Famoso come “l’uomo col gatto in spalla”, Sergio Valentino, Baritono del San Carlo, ha deciso di fare uno sciopero della fame per Luigi De Magistris

Non mangio finché Luigi De Magistris non verrà reintegrato!“, così comincia lo sciopero della fame di Sergio Valentino, famoso Baritono del Teatro San Carlo, ma conosciuto soprattutto tra le strade della nostra città per essere l’uomo col gatto in spalla. Ed è così che lo abbiamo conosciuto anche noi di RoadTv Italia quando lo incontrammo a via Toledo in compagnia del suo gattino Rossini. Da sempre sostenitore del sindaco sospeso, tanto da partecipare anche all’evento “Io sto con Luigi De Magistris”, l’artista non mangia da già cinque giorni.

Lo sciopero della fame continuerà fino al reintegro

Già da cinque giorni Sergio Valentino ingerisce solo liquidi e non mangia cibi solidi e, a quanto pare, è deciso ad andare avanti finché il sindaco sospeso non sarà reintegrato. “Il digiuno non pesa se è supportato da una causa importante“, dice Valentino, “Questa è una crociata contro chi vuole privarci della democrazia. Noi abbiamo votato De Magistris e lo vogliamo come nostro sindaco!“. Il Baritono del San Carlo ha cominciato il suo sciopero della fame quando ha letto sui giornali che qualcuno si impegnava a raccogliere firme tra i consiglieri per andare contro la Giunta e che anche a Roma il PD stava tramando contro De Magistris, “Ho optato per una protesta discreta e simbolica per far capire che Napoli ha fame di giustizia e perché per cantargliene quattro la voce non mi basterebbe“.