Scavi di Pompei: una mostra racconta Pompei e i Greci

Scavi di Pompei: Dal 12 aprile al 31 ottobre, la Mostra ‘Pompei e i Greci’, esplorerà il rapporto stratificato delle culture multiple del Mediterraneo

Molte culture hanno attraversato la storia di Pompei dalla sua fondazione fino alla sua distruzione, con l’eruzione del Vesuvio nel 79 dopo Cristo. Prima di essere sepolta da cenere e lapilli, la città romana è stata una crogiolo di arti, linguaggi, commerci mediterranei che si sono sovrapposti, modificati vicendevolmente incrociando identità svariate. I primi insediamenti delle popolazioni italiche, in contatto con gli Etruschi, hanno assorbito il gusto dei Greci fino a influenzare l’antica Roma.

 

Scavi di Pompei, Osanna: “Racconterà la storia del Mediterraneo antico”

Dal 12 aprile al 31 ottobre, la Mostra ‘Pompei e i Greci’, che sarà allestita nella Palestra Grande degli Scavi, esplorerà il rapporto stratificato, talvolta contraddittorio, delle culture multiple del Mediterraneo. “Sarà una grande mostra – spiega Massimo Osanna, direttore generale della Soprintendenza Speciale di Pompei –Racconterà la storia del Mediterraneo antico, per dimostrare che questo bacino è stato luogo di mobilità, di incontri e merci e per riflettere sul fenomeno dell’emigrazione“.