Scavi di Pompei: record di visite, più di 33 mila visitatori in un giorno

Scavi di Pompei: record di visite, più di 33 mila visitatori in un giorno

Record di visite agli scavi di Pompei domenica 3 maggio. Più di 33 mila persone in un giorno, bene anche Ercolano e altri siti vesuviani

Scavi di Pompei presi d’assalto da più di 33 mila visitatori, quasi 7 mila persone tra i capolavori degli Uffizi, 13 mila ai Giardini di Boboli, più di 1.300 al Cenacolo Vinciano, 4.559 agli Scavi di Ercolano, 6204 a Tivoli per lo splendore di Villa Adriana, numeri da capogiro anche per la Reggia di Caserta, oltre 17 mila persone al termine della mattinata.

 

Scavi di Pompei: cifre da record nonostante i disagi

Complice anche il bel tempo e le temperature estive, è stata una domenica da incorniciare, un po’ in tutta Italia per i musei statali. Una cifra, quella dei visitatori presso gli Scavi di Pompei, che segna la storia nell’ambito culturale. 33 mila visitatori a fronte dei ventimila del ColosseoI disagi, dovuti dal malfunzionamento delle vasche per il contenimento dei liquami del punto di ristoro interno al sito archeologico, che ha causato una fuoriuscita della melma, e la delusione dovuta alla chiusura dell’Anfiteatro, che non sarà visitabile fino al 27 maggio per consentire l’allestimento della mostra “Pompei e l’Europa. 1748- 1943“, non hanno impedito l’enorme successo, in particolare della Villa dei Misteri, riaperta recentemente al pubblico, dopo tre mesi di chiusura e quasi due anni di restauri.

Per il ministro Franceschini, “ogni mese una festa popolare“. I dati confermano l’exploit, a partire dai siti vesuviani, che tutti insieme hanno sfiorato le 40 mila presenze. In testa Pompei, poi Ercolano. Ma anche agli scavi di Oplonti si sono registrati 1360 ingressi, e 243 nel di solito deserto museo di Boscoreale.