Il riscatto di Scampia, parco di 22 mila metri quadrati diventa orto sociale

Grazie all’associazione ‘Pollici Verdi di Scampia’, un parco chiuso tra quattro schiere di palazzoni, si trasforma in un grande orto sociale 

Il riscatto di Scampia. Grazie all’associazione ‘Pollici Verdi’, un parco di 22 mila metri quadrati chiuso tra quattro schiere di palazzoni del quartiere a Nord di Napoli, si trasforma in un grande orto sociale

E’ il riscatto di Scampia che ci toglie da dosso il marchio infamante legato al nome di Scampia per anni la piazza di spaccio più grande ‘d’Europa“. Il ‘riscatto’ e’ un parco di 22 mila metri quadrati chiuso tra quattro schiere di palazzoni del quartiere a Nord di Napoli che l’associazione ‘Pollici Verdi Scampia‘ dopo averlo sottratto a spacciatori e tossicodipendenti ha trasformato in un grande orto sociale dove trovano spazio anche aiuole e aree destinate a bambini ed anziani circondate da murales colorati.

 

Scampia, Associazione ‘Pollici Verdi’: “ci abbiamo messo sette anni, ma non ci siamo arresi”

Ci abbiamo messo sette anni – spiega orgogliosa all’ANSA Clotilde Sorrentino una delle mamme fondatrici dell’ Associazione – ma ora possiamo finalmente dire di aver restituito questo parco alle ottocento famiglie che, prima, non potevano neanche affacciarsi ai balconi e dove, al calare della sera, come accade in regime di coprifuoco, non ci si poteva accedere“. “Quando abbiamo iniziato – ricorda Clotilde – c’era che ci dava del pazzo chiedendoci di desistere ma noi non ci siamo fermati“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *