Sarri: “Col Palermo gara difficile, per noi sarà partita verità”

Le parole di Maurizio Sarri che, in conferenza stampa, presenta la partita tra Napoli e Palermo, posticipo della ventiduesima giornata di Serie A

“Domani per noi sarà una partita verità in cui capiremo quanto è maturata questa squadra”. Maurizio Sarri presenta così la sfida contro il Palermo nella conferenza di vigilia. Il tecnico azzurro è perentorio sui rischi che può riservare il match:

E’ una gara difficile perché c’è il rischio della superficialità. Se domani qualcuno pensa ad un incontro semplice,  è totalmente fuori strada”.

Il Napoli è unanimamente considerata la squadra che gioca meglio in Italia. Un motivo di orgoglio?

L’unica cosa che mi interessa adesso è cercare di battere il Palermo. Il mio pensiero ora è quello di non sbagliare nulla domani. Non mi interessa del resto, mi interessano risultati e punti”.

Il cambio di allenatore al Palermo è una insidia in più?

Le insidie arrivano dal cammino del Palermo in trasferta. Se guardiamo i punti che hanno conquistato fuori casa la troviamo a metà classifica. E’ una partita in cui dobbiamo dimostrare di avere acquisito la mentalità vincente. A questo aggiungiamo quello che di buono ha fatto Diego Lopez in passato e mettendo insieme le due cose capiremo che partita ci aspetta“.

Napoli che viene da due successi contro due squadre importanti quali Milan e Fiorentina:

Stavolta sarà più difficile, tra le tre gare consecutive quella di domani è la più probante per noi sotto il profilo della maturità. Essere mentalmente in partita a San Siro col Milan e in una gara di Coppa Italia ad eliminazione diretta è semplice, bisogna saper essere mentalmente in partita anche in gare come quella di domani. Per noi deve essere la partita della vita ed è la prova più difficile tra quelle affrontate nell’ultimo mese“.

Come sta Chiriches, e  Ghoulam è pronto per rientrare già domani?

Chiriches sta bene, ma non si è allenato ancora con continuità nell’ultimo mese e quindi non è al top. Ghoulam viene da un mese in Coppa d’Africa in cui si gioca un tipo di calcio totalmente diverso, ci sono abitudini anche alimentazione diversa. Quindi dovrà riabituarsi al nostro ritmo”.

E’ soddisfatto dei progressi di Pavoletti?

Pavoletti viene da un lungo periodo di inattività, l’ora di gioco in Coppa Italia lo hanno certamente aiutato ma per arrivare al massimo della condizione deve mettere minuti nelle gambe e dobbiamo capire bene come gestire la sua situazione, soprattutto per il suo bene. Sinora Leo sta facendo ciò che mi aspettavo da lui”.

Questo Napoli autorizza a sognare?

I tifosi possono sognare ed è legittimo lo facciano, per noi è diverso. L’unico sogno che ho io adesso è dare il massimo contro il Palermo ed acquisire continuità. Ripeto che domani ci aspetta una grande prova di maturità. L’unica partita che ho in testa io è quella di domani...”

fonte sscnapoli.it