Santanchè e quel gesto “anale”: ecco il commento alla questione Vincenzo Iacolare

Ironia spicciola in diretta tv: la Santanchè considera il terribile gesto di Vincenzo Iacolare ai danni del 14enne seviziato, “anale” e non banale

Domenica scorsa, come ogni domenica, è andata in onda su Raiuno la trasmissione L’Arena condotta da Massimo Giletti con ospite Daniela Santanchè. La puntata è stata dedicata al caso Vincenzo Iacolare, ora in carcere per tentato omicidio e violenza sessuale ai danni del povero Vincenzo di 14 anni seviziato con un compressore e ora ancora ricoverato all’Ospedale San Paolo di Napoli.

Un gesto “anale” secondo la Santanchè

Daniela Santanchè non è nuova a gaffe televisive e proprio durante la trasmissione di Massimo Giletti, in onda lo scorso 12 ottobre, si è lasciata andare ad un commento volgare, fuori luogo e sicuramente molto contestabile in diretta tv: l’ospite principale del programma era la madre di Vincenzo Iacolare che provava a dire la sua sulle azioni di suo figlio definendo il suo gesto come “banale”. Durante il collegamento con la donna, subito dopo la sua frase, si sente distintamente una voce femminile che ripete più volte la parola “anale” in risposta al “banale” pronunciato dalla madre del 24enne incarcerato. La telecamera stacca subito su un primo piano della Santanchè, probabile colpevole. Lo sdegno si è subito fatto strada sul web.