Santa Maria Capua Vetere: casa in fiamme per colpa di un corto circuito, un ferito grave

Santa Maria Capua Vetere: casa in fiamme per colpa di un corto circuito, un ferito

Santa Maria Capua Vetere: casa in fiamme per colpa di un corto circuito, un solo ferito che si è fratturato cinque costole nel tentativo di domare le fiamme

Nella notte di ieri a Santa Maria Capua Vetere attimi di panico per l’incendio divampato in un appartamento in via Jan Palack, fiamme che in pochi minuti hanno completamente distrutto l’appartamento del proprietario Luigi D’Amore – 38 anni, sposato e con figli. L’allarme è stato lanciato dallo stesso D’Amore, intorno alle 4 del mattino, quando insospettito da un odore acre di fumo, ha subito capito che era in corso un corto circuito. Dapprima ha cercato di spegnere le fiamme con un estintore all’interno del palazzo, dopodiché ha dovuto chiamare i vigili perché la situazione era ormai drastica. Luigi D’Amore è sceso così in strada assieme a tutta la famiglia e nel farlo ha avvisato tutti i vicini del pericolo.

Incendio Santa Maria Capua Vetere – Tutti salvi grazie all’intervento dei carabinieri e vigili del fuoco

Sul posto sono arrivati subito i vigili del fuoco e i carabinieri, che hanno domato le fiamme e messo in salvo tutti gli occupanti del palazzo, anche due coniugi e i loro figli, rimasti intrappolati nella mansarda. L’unico ferito un uomo che aveva anche lui cercato di spegnere l’incendio con un estintore che aveva in casa, ma scivolando si è procurato la frattura di cinque costole e al momento è ricoverato alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Da ieri mattina, infine, tutti gli inquilini sono rientrati nelle loro abitazioni.