Sanità campana senza pace: dopo le formiche al Don Bosco, le blatte al Vecchio Pellegrini

La direzione sanitaria spinge per l’ipotesi di un sabotaggio.

Una vera e propria colonia di blatte ha invaso i bagni dell’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli.

Una colonia di blatte all’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. La segnalazione, con tanto di video, arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, che alcune settimane fa denunciò il caso delle formiche in un altro ospedale partenopeo, il San Giovanni Bosco. “Ho già sollecitato il direttore sanitario e mi ha detto di avere allertato i Nas e che, a suo avviso, si tratta di un sabotaggio”, spiega Borrelli.

Sarebbero state trovate anche su un lenzuolo, che era nel bagno adiacente al Pronto Soccorso, le blatte segnalate nell’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. I carabinieri del Nas hanno effettuato un’ispezione stamattina, nel nosocomio, senza rilevare la presenza degli scarafaggi. I dipendenti della ditta di pulizie, in una lettera fatta pervenire al direttore sanitario, hanno sottolineato che “oltre alle blatte era anche presente del materiale”, verosimilmente briciole o altri resti di cibo, sul lenzuolo. Dopo avere fatto la scoperta, i dipendenti della ditta di pulizie – che sono stati chiamati a pulire il bagno alle 19,20 di ieri – si sono recati dal medico di guardia per denunciare l’accaduto. Nella missiva inviata al direttore e’ stato anche sottolineato che, nel corso della giornata, il bagno dove e’ stato trovato il lenzuolo con le blatte e’ stato piu’ volte pulito, senza che si riscontrasse la presenza degli scarafaggi.

“In merito al gravissimo episodio dell’introduzione di blatte all’interno di un solo bagno del pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini, la struttura commissariale ha già provveduto nella serata di ieri a sporgere denuncia alle autorità competenti affinché possano individuare e punire i responsabili”. E’ quanto rende noto con un comunicato l’Asl Napoli 1. “Episodi simili – dice il commissario straordinario Ciro Verdolivanon fanno altro che aumentare la nostra determinazione e non potranno in alcun modo distrarci dall’obiettivo che ci siamo prefissi: restituire dignità all’Asl Napoli 1 Centro e riconquistare la fiducia di cittadini e pazienti. Avere una Asl che funziona significa dare dignità ai pazienti nonostante la sofferenza della malattia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *