Sandra Lonardo: "Se Pd salva De Luca, responsabilità di Renzi. Rosy Bindi? Chiederemo anche i danni"

Sandra Lonardo: “Se Pd salva De Luca, responsabilità di Renzi. Rosy Bindi? Chiederemo anche i danni”

L’ex presidente dell’Assemblea regionale Campania, Sandra Lonardo avverte il Premier e attacca la presidente della Commissione Antimafia: “Lista ad arte”

“Se il Pd, applicando la doppia morale, farà di tutto per salvare De Luca, Renzi si assumerà una grande responsabilità”. Così Sandra Lonardo Mastella, nel corso di una conferenza stampa a Benevento. L’ex presidente dell’Assemblea regionale della Campania, consigliere uscente e non eletta in questa tornata pur avendo ottenuto oltre 10mila preferenze, ha messo in guardia l’ex sindaco di Salerno rispetto all’iter previsto dallo statuto campano: “Non avrà il tempo di nominare il suo vice. De Luca ha sottovalutato i tempi previsti dal Consiglio, che prima deve riunirsi per eleggere il proprio presidente e poi per la presentazione della giunta cui devo votare il gradimento. I tempi non ci sono. Anzi, c’è il rischio che si torni alle urne.

 

Sandra Lonardo contro Rosy Bindi: “Querela e azione risarcitoria”

Lonardo ha assicurato che vigilerà per “il rispetto della legalità” perché “se ci sono regole tutti devono rispettarle”. Quanto alla presidente della Commissione Antimafia, ha confermato di procedere “con la querela per diffamazione aggiungendo: “Non solo, alla Bindi chiederemo anche i danni, avvieremo un’azione risarcitoria. Ho subito un danno enorme. La lista è stata diffusa ad arte, quando era scattato di fatto il silenzio elettorale. Non ho potuto difendermi nonostante sia stata assolta in due processi, addirittura su richiesta della pubblica accusa”.