san gregorio armeno

San Gregorio Armeno, gli artigiani al Comune: “No a gazebo tutti uguali, pagheremo la tassa”

Gli artigiani di San Gregorio Armeno rifiutano la proposta del Comune, no agli stand o gazebo tutti uguali, si al solito caos.

Il Comune ha pochi giorni della fiera natalizia di San Gregorio Armeno ha chiesto agli artigiani di presentare stand o gazebo tutti uguali, questo in cambio di sgravi. Una decisione che gli artigiani non hanno minimamente preso in considerazione e al Comune hanno risposto “Paghiamo la tassa”.

La fiera prenderà il via domenica e come ogni anno San Gregorio Armeno sarà invasa da turisti e dagli stessi abitanti di Napoli per assistere al genio dei nostri artigiani di San Gregorio Armeno, che come ogni anno disporranno i loro stand come meglio riterranno opportuno, rifiutando l’omogeneità chiesta dal Comune che nulla centra con San Gregorio Armeno.

San Gregorio Armeno dice no agli stand omogenei

Il Comune nei giorni scorsi ha chiesto ai venditori “strutture omogenee, presentando un progetto alla municipalità per ottenere il via libera. Casette, gazebo, box… Le opzioni sono molteplici, basta che sia un mercato omogeneo come quelli che tanti turisti attirano al Nord. In questo caso l’esenzione è pari al cinquanta per cento”.

“Riguardo alla localizzazione di queste fiere, per il novantacinque per cento decidono le municipalità — spiega Panini —. Al Comune spetta solo intervenire nelle decisioni sugli assi viari principali o per temi molto specifici qual è San Gregorio Armeno”.