Salvato da Maradona con la partita di beneficenza ad Acerra, Luca Quarto: “Ho perso un secondo padre”

Luca Quarto ringrazia Diego per quella amichevole con l’Acerrana, del 18 marzo del 1985, che gli ha consentito di essere sottoposto ad una serie di delicati interventi chirurgici in Svizzera.

Aveva pochi mesi quando Maradona scese in campo per lui, per disputare una partita di beneficenza ad Acerra (Napoli). Il raccolto di quella amichevole con l’Acerrana, il 18 marzo del 1985, ha consentito a Luca Quarto, 36enne di Napoli, di essere sottoposto ad una serie di delicati interventi chirurgici in Svizzera. Luca, nato con una malformazione al palato, la labioschisi, non nasconde la commozione per la morte del Pibe de oro, che per lui era un ”secondo papà”.

Come ha spiegato “Gli sarò grato per sempre. Ora mi sento come se avessi perso il mio secondo papà”. L’uomo ha incontrato Maradona nel 2002, grazie alla trasmissione ‘C’è posta per te’ di Maria De Filippi, dove ha potuto ringraziare di persona El Pibe de oro, che ricordava benissimo la sua storia. Luca ora è a Rimini, dove vive la madre, e dove in estate gestisce un piccolo negozio di costumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *