rumore ambientale a napoli

Rumore ambientale a Napoli: l’Italia rischia altra multa dall’Ue

L’Ue pronta a multare l’Italia per la seconda volta sempre a causa della città partenopea a causa del mancato invio dei dati del rumore ambientale a Napoli.

Come per i rifiuti, l’Italia rischia un’altra multa da parte dell’Ue, questa volta per colpa del rumore ambientale a Napoli. Questo perchè la Regione non ha mai inviato al governo le mappe acustiche e le azioni anti-rumore sull’agglomerato Napoli relativi all’anno 2006, si legge nella motivazione dell’Ue.

Rumore ambientale a Napoli, mancano i dati

Una mancanza che va contro l’obbligo previsto dalla direttiva del 2002 Ue emessa dall’Europa per combattere gli effetti nocivi del rumore nelle zone edificate, vicino a parchi, scuole e ospedali.

“Si sollecita nuovamente entro il 31 ottobre 2015 l’invio di tutta la documentazione. In caso di mancato adempimento, l’amministrazione sarà responsabile del deferimento al giudizio della Corte di giustizia europea con conseguente sanzione pecuniaria”, scrive il direttore dell”Ambiente, Mariano Grillo, a Regione e Comune di Napoli.

Napoli è la terza città più rumorosa del mondo, alle spalle di New York e Los Angeles.