Rubato libro antico a Palazzo Reale, Napoli

Rubato libro antico a Palazzo Reale, una donna l’autrice del furto

Napoli, rubato libro antico a Palazzo Reale. L’autrice del colpo sembrerebbe una donna dal filmato in possesso alla sicurezza.

Rubato libro antico a Palazzo Reale – La denuncia è arrivata dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e dal conduttore radiofonico Gianni Simioli della Radiazza, i quali rivelano che il furto è avvenuto intorno alle ore 14: “I liberi nella sala XIII erano 66 ma al cambio ne risultavano solo 65. L’ennesimo un furto in un monumento napoletano gestito dalla soprintendenza”.

Rubato libro antico a Palazzo Reale: è stata una donna

Dalle video-camere di sorveglianza si nota che a portare via il libro sarebbe stata una donna. “A noi appare incredibile che possa accadere una cosa simile – continuano Borrelli e Simioli -. Come è incredibile che il Palazzo Reale come altri monumenti napoletani e casertani siano terra di nessuno dove chiunque possa entrare e rubare in modo indisturbato come è già avvenuto nelle scorse settimane in diverse occasioni”.

La donna che ha rubato libro antico a Palazzo Reale, infatti, non ha avuto nessun problema ad effettuare il colpo. “Possibile mai che le soprintendenze ed il loro personale non riescano a tutelare e proteggere i nostri beni storici invasi tra l’altro da venditori ambulanti e abusivi? – domandano Borrelli e Simioli – Non è il caso oramai di levare alla loro gestione il nostro patrimonio monumentale e artistico visti i disastri e i malfunzionamenti non solo del Palazzo Reale ma anche della Reggia di Caserta o degli Scavi di Pompei che hanno fatto scalpore a livello mondiale mostrando a nostro avviso la totale inadeguatezza delle soprintendenze ad amministrare questi siti?”.