Road Tv Italia intervista l’Assessore al Turismo e Cultura Antonella Di Nocera

Entra nel vivo la kermesse di eventi ideata dall’Assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. Estate a Napoli 2012 trova nel “Lungomare Liberato” uno spazio privilegiato nel quale la cittadinanza, ma anche i turisti, potranno sperimentare l’arte dello stare insieme.

Artisti di strada, spettacoli di musica, eventi d’arte, sport e relax si alterneranno, attraversando i luoghi  più suggestivi e rappresentativi della vecchia Partenope toccando i romantici scenari di palcoscenici come il Castel dell’Ovo, il lungomare di Via Caracciolo, il Maschio Angioino e Piazza del Plebiscito, ma non dimenticando realtà bisognose di un serio progetto di riqualifica come Scampia e Bagnoli.

Un programma ricco di iniziative curato dall’assessore alla Cultura e al Turismo di Napoli Antonella Di Nocera, che propone di combattere la crisi generale del momento, puntando sul turismo, forte della convinzione che attrarre turisti, ma anche coinvolgere i residenti, sia l’arma vincente per valorizzare un’area da troppo tempo lasciata in balia del caos di una città frenetica e problematica come Napoli.

Nell’ideazione del programma si è tenuto conto delle esigue risorse finanziarie, riuscendo tuttavia ad organizzare, in collaborazione con le Teche Rai, una manifestazione dal titolo “Cinema e sdraio”, che vedrà la proiezione di cult del cinema e della tv, con gli spettatori accomodati su sdraio, sotto il cielo stellato di Napoli.

“Abbiamo restituito ai cittadini una parte di città da far vivere, del resto l’estate è dei cittadini – dichiara l’Assessore –  ed è attraverso la creazione di un economia della cultura che  Napoli si può rilanciare ”.

L’idea alla base del progetto, punta a far comunicare tra loro artisti, luoghi e spettatori con performance in continuo divenire, dove Napoli rappresenta il palcoscenico ideale a cielo aperto.

Di Simona Coppa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *