Ritardi Cumana, i viaggiatori protestano ed aggrediscono una capotreno

Aggredita una capotreno dell’Eav

di Redazione

Napoli – E’ accaduto questa mattina tra Licola e Quarto il grave episodio di aggressione ai danni di una capotreno che ha causato il blocco della circolazione dei treni di Cumana e Circumflegrea all’ora di punta. A causa dell’ennesimo ritardo, due utenti del trasporto pubblico napoletano hanno prima inveito contro la donna, poi l’hanno aggredita, costringendola a barricarsi nella cabina del macchinista.

Qui la capotreno ha sollecitato l’intervento delle forze dell’ordine che, all’arrivo del treno alla stazione Montesanto, hanno raccolto la testimonianza della donna, ancora in stato di shock, ed avrebbero individuato i due aggressori. Intanto, si solleva la protesta dei dipendenti Eav per l’assenza di sicurezza: purtroppo non è il primo spiacevole episodio che accade sui treni napoletani ai danni dei lavoratori.

18 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *