Rissa al San Paolo, perquisizioni della polizia nel quartiere Sanità

Rissa al San Paolo, perquisizioni della polizia nel quartiere Sanità

La Digos ha perquisito le abitazioni di dieci tifosi ritenuti responsabili degli scontri della rissa al San Paolo scoppiata tra ultrà azzurri.

Nell’ultima sfida di campionato di Serie A, giocata a Fuorigrotta, Napoli-Sampdoria, lo stadio partenopeo è stato teatro di rissa al San Paolo, con un tifoso ferito da un coltello. Scontri non con la tifoseria avversaria, bensì stesso tra gli ultrà del Napoli. Un episodio che non ha lasciato indifferenti gli agenti, che hanno indagato sull’accaduto, fino ad arrivare a perquisire le abitazioni di alcuni dei tifosi sospettati degli scontri.

Rissa al San Paolo, preso l’autore dell’accoltellamento

La Digos ha così effettuato un blitz nel quartiere Sanità la scorsa notte, perquisendo le abitazioni di dieci persone, tutti con precedenti penali, ritenuti responsabili della rissa al San Paolo nel match contro la Samp del 31 agosto scorso. Durante il blitz è stato anche individuato e denunciato il tifoso ritenuto responsabili dell’accoltellamento.