Riqualificazione del porto borbonico di Torre del Greco

Riqualificazione del porto borbonico di Torre del Greco

Torre del Greco, al via i lavori per la riqualificazione dell’area portuale

Dopo anni di silenzio, il 25 febbraio partiranno i lavori di riqualificazione dell’area portuale di Torre del Greco. Il progetto, denominato “Riqualificazione del porto borbonico di Torre del Greco”, saranno finanziati con i fondi del programma “Più Europa” e avranno una durata complessiva di 190 giorni.

Da decenni, ormai, il porto di Torre del Greco, e i quartieri adiacenti che si affacciano sul mare, si trovano in una condizione di profondo degrado. Molte sono le strade dissestate, numerose le infrastrutture arretrate o del tutto assenti. Gli spazi, che circondano il porto, sono limitati e inutilizzabili.

Considerato il panorama che offre, l’area portuale di Torre del Greco, potrebbe portare ingenti introiti alla città, sia sotto il punto di vista commerciale che turistico. Si parla, quindi, di quello che potrebbe diventare uno dei più bei porti storici dell’intera campania. Per questo, il Comune, ha decido di intraprendere i lavori di riqualificazione dell’intera zona, mostrando una particolare attenzione al tratto del molo di Ponente.

 

 

Riqualificazione dell’area portuale di Torre del Greco: al via i lavori

E’ avvenuta nella nella sede della Capitaneria di porto, negli uffici di via Calastro, la procedura di consegna delle aree demaniali, alla presenza dei rappresentanti del Comune, della Guardia Costiera e del Provveditorato interregionale opere pubbliche Campania, Molise, Puglia e Basilicata.

“Un’altra opera importante di riqualificazione territoriale è pronta a prendere il via – a parlare è l’assessore con delega ai Lavori pubbliciLuigi Mele – nell’ottica di un programma di lavori che sta interessando buona parte della città. In questo caso l’attenzione è stata focalizzata sull’area portuale, che sarà interessata in un prossimo futuro anche da altri interventi”.

Sono state attivate le procedure per riavviare la “passeggiata a mare” con interventi che riguardano corso Garibaldi e alcune aree del molo di Levante.

“Nell’ottica di un percorso di collaborazione interistituzionale e di costruzione di un dialogo permanente tra i vari e stratificati livelli di governance del territorio – afferma il comandante della Capitaneria di Porto, Rosario Meo – si è addivenuti alla conclusione del complesso iter di consegna delle aree interessate avviato dall’autorità marittima, di concerto con le varie amministrazioni competenti, lo scorso mese di ottobre e conclusosi stamani, con la formale consegna al Comune ed alla relativa stazione appaltante, costituita dal Provveditorato interregionale opere pubbliche. Per la Capitaneria si tratta di un passaggio importante verso la più ampia riqualificazione dell’intera zona portuale e della stessa infrastruttura porto costituente, unitamente al rilancio dei settore economico-marittimi intorno ad essi gravitanti, risorsa di sviluppo per il territorio torrese e volano per tutte quelle economie legate alla risorsa mare”.

Il progetto prevede, quindi, l’adeguamento e il ripristino della pavimentazione stradale di via del Porto; la realizzazione impianto fognario-acque nere; la predisposizione del nuovo impianto di distribuzione idrica; il rifacimento e l’ampliamento dell’impianto di pubblica illuminazione.