Rifiuti tessili, sequestri nel Napoletano

Rifiuti tessili, sequestri nel Napoletano

I finanzieri hanno sequestrato a Terzigno e Boscoreale due aree per 2.220 metri quadrati adibite a discariche abusive di rifiuti tessili speciali

I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno sequestrato, nei comuni di Terzigno e Boscoreale, nel Napoletano, due aree per complessivi 2.220 metri quadrati adibite a discariche abusive di rifiuti tessili speciali.

 

I finanzieri hanno sequestrato rifiuti tessili in due aree per complessivi più di duemila metri quadri

Nel dettaglio, a Terzigno è stato scoperto un sito di stoccaggio di indumenti usati e di scarti di lavorazione tessile, per migliaia di tonnellate, accatastate all’interno di un capannone industriale e sul piazzale circostante. Gli accertamenti eseguiti sull’utilizzatore del sito ha consentito, poi, di individuare un ulteriore deposito, a Boscoreale, di migliaia di balle di rifiuti tessili.
Le due aree ed il materiale sono stati sequestrati; denunciato all’autorità giudiziaria il responsabile con l’accusa di inquinamento ambientale ed attività di gestione di rifiuti non autorizzata. (ANSA).