Riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione: sgominata banda

Eseguita ordinanza di custodia cautelare nei confronti di diversi soggetti indiziati di tratta di esseri umani, schiavitù e sfruttamento della prostituzione

La Polizia di Stato di Napoli ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare del Tribunale partenopeo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di diversi soggetti indiziati di associazione a delinquere avente carattere di transnazionalità, tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione.

 

Schiavitù e sfruttamento della prostituzione: la denuncia di una minorenne

Le indagini sono state avviate nell’aprile del 2016 a seguito della denuncia di una minorenne nigeriana, che ha raccontato alla polizia di essere arrivata su un barcone in Italia dalla Libia insieme ad altri 140 connazionali. Sbarcata a Lampedusa, si è ritrovata costretta a prostituirsi a Napoli con una compagna di viaggio, sotto il controllo di una “madame”, per saldare il debito di 30.000 euro per la sua liberazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *