"Ribattezza una buca napoletana con un nome francese", ecco la nuova campagna

“Ribattezza una buca napoletana con un nome francese”, ecco la nuova campagna

“Ribattezza una buca napoletana con un nome francese”, la nuova campagna ideata da Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della Radiazza

Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della Radiazza hanno lanciato una nuova campagna: “Ribattezza una buca napoletana con un nome francese”.

L’idea è partita dopo che Mario Calabrese, Assessore alle infrastrutture di Napoli, ha segnalato con diverse fotografie dei dissesti stradali parigini dando loro quell’importanza che non è mai stata data alle numerose buche di Napoli. Il gesto ha scatenato le ire dei napoletani che con tono seccato hanno criticato Calabrese.

“Ribattezza una buca napoletana con un nome francese”: “L’assessore sembra più interessato alle buche francesi che a quelle cittadine”

Dopo “Fuossbook”, l’idea social per segnalare le buche in strada a Napoli, come poter attirare l’attenzione dell’assessore verso la sua città? Ecco la risposta:“Abbiamo lanciato una nuova campagna. I cittadini infatti possono inviare alla mail dell’assessore o a quello della radiazza (italianotizie5@gmail.com) con le foto delle buche napoletane ribattezzate in francese. A quanto sembra l’assessore è molto sensibile sopratutto a quelle francesi mentre appare meno interessato a quelle cittadine. Per questo le buche di Via Marina o Salita Don Bosco sono state subito ribattezzate “Via Marin” oppure “Montée Don les Bois”. Forse così l’assessore si interesserà con maggiore entusiasmo alle buche napoletane”.