La Repubblica da importante organo d’informazione a “giornalino di quartiere”: le accuse di Attanasio

Proprio ieri un articolo intitolato “Passato il consigliere comunale gli impiegati fanno la pernacchia” compativa sulla prima pagina di Repubblica Napoli. Oggi, il consigliere comunale dei Verdi Carmine Attanasio denuncia: “Sono affermazioni false”

Ieri, sulla prima pagina di Repubblica Napoli a firma del giornalista Alessio Gemma, è stato pubblicato un articolo, raccolto anche da alcuni telegiornali a carattere nazionale, intitolato “Passato il consigliere comunale gli impiegati fanno la pernacchia“. La notizia riportava che a Palazzo San Giacomo, lo scorso 25 giugno, sarebbe stata fatta girare una circolare firmata da Enrichetta Barbati che minacciava provvedimenti disciplinari contro urla e versacci. A quanto pare, a dare motivo alla dirigente di firmare un tale documento è stato un episodio che ha visto protagonista un “pernacchio” fatto dagli impiegati del Comune al passaggio di alcuni Consiglieri. Ma nella nota della Barbati la parola “pernacchia” non è menzionata.

Carmine Attanasio: “Versione deviata della realtà

Questa mattina, arriva la risposta all’articolo del consigliere comunale dei Verdi Carmine Attanasio che si scaglia contro il giornalista e che spiega la realtà dei fatti: “Queste sono solo le fantasie del giornalista di Repubblica all’affannosa ricerca di uno scoop estivo. Il caporedattore di Repubblica Napoli, dal canto suo, ha trasformato quest’importante organo d’informazione in un “giornalino di quartiere” dove si raccontano le beghe di cortile e si fornisce una visione deviata della realtàNella circolare“, spiega Attanasio,”non si fa alcuna menzione a pernacchie contro i consiglieri comunali ma era solo diretta a qualche dipendente uso ad alzare i toni della voce nei corridoi del palazzo di via Verdi mentre erano in corso delicate riunioni.”