Renzi riceve l’incarico: ecco cosa ne pensano i napoletani

Le interviste ai napoletani sull’incarico a Renzi

di Massimo Pelliccia

Matteo Renzi accetta dal Capo dello Stato l’incarico con riserva – come prassi – a formare un nuovo governo.

Da domani iniziano le consultazioni; Renzi si pone come obiettivo il 2018, “l’orizzonte naturale della legislatura”, come ha lui stesso sottolineato. Il programma del Sindaco di Firenze è ambizioso: “una riforma al mese” e prevede il seguente intensissimo calendario:

– febbraio: riforme istituzionali

– marzo:  lavoro

– aprile:  riforma della pubblica amministrazione

– maggio: fisco.

Renzi è apparso emozionato e ai giornalisti che lo attendevano all’uscita dal Quirinale, dove si era recato per ricevere formalmente l’incarico dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha dichiarato che profonderà “tutto l’impegno e l’energia di cui saremo capaci in questa sfida difficile”. Ha sottolineato che per lui è importante prima di tutto il contenuto del programma, smarcandosi dal “totoministri” che già circola da giorni.

Le consultazioni sono già iniziate, ieri a Firenze il Presidente del Consiglio incaricato ha  guidato l’ultima giunta comunale prima delle dimissioni da sindaco.

Ecco cosa pensano i napoletani dell’incarico a Matteo Renzi.

Abbiamo fatto le seguenti tre domande:

1) Secondo lei Renzi manterrà le promesse che ha fatto

2) Cosa pensa del fatto che Renzi vada a Palazzo Chigi senza essere stato eletto

3) Renzi per lei è un politico di sinistra, di centro o di destra?

Guarda il video con le interviste ai napoletani:

Napoli, 18 febbraio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *