Reja: "Io più amato di Sarri a Napoli. Con De Laurentiis quasi venimmo alle mani, ma adesso..."

Reja: “Io più amato di Sarri a Napoli. Con De Laurentiis quasi venimmo alle mani, ma adesso…”

L’attuale allenatore dell’Atalanta, Edy Reja, intervistato da Avvenire, ha parlato del suo rapporto con il Napoli e la tifoseria azzurra

L’attuale allenatore dell’Atalanta, Edy Reja, intervistato da Avvenire, ha parlato del suo rapporto con il Napoli e la tifoseria azzurra. “Allenando il Napoli è arrivato anche un bagno di popolarità che non si asciugherà mai. A Napoli per simpatia vengo subito dopo Maradona e me la gioco con Higuain per il secondo posto (ride, ndr). I napoletani dicono che sono più amato di Sarri, d’altronde quando ho riportato la squadra in Europa mi hanno detto ‘Hai ridato dignità alla città’. Sarri è stato bravo, ma aveva a disposizione una rosa di livello assoluto. Io invece avevo Zalayeta e Lavezzi che quando è arrivato era più largo che alto. Hamsik era ancora 19enne, insomma, permettetemi di farmi la seguente domanda: ‘Con questo Napoli dove sarei potuto arrivare?’. De Laurentiis? E’ un signore, ora sa anche di calcio, ma quando divenne presidente del Napoli non ne sapeva ed è per questo che per poco non venivamo alle mani, ma da gentiluomini ci siamo subito spiegati e quando andai via da Napoli mi disse: ‘Per lei qui la porta è sempre aperta’. Adesso con lui ci sentiamo spesso”. (itasportpress).