Regione Campania: presentato il riordino della rete ospedaliera

Regione Campania: presentato il riordino della rete ospedaliera

Presentato ieri il piano per il riordino della rete ospedaliera. Il presidente Caldoro: “Prima si chiudeva, oggi si riapre, riassume e investe”

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ha presentato ieri mattina a palazzo Santa Lucia il piano di riorganizzazione della rete ospedaliera regionale. Sono intervenuti il consigliere del presidente Caldoro per la Sanità Raffaele Calabro, il sub commissario alla Sanità Mario Morlacco ed il presidente della Commissione Sanità in Consiglio regionale Michele Schiano di Visconti.

Riordino della rete ospedaliera. Caldoro: “Prima si chiudeva, oggi si investe”

“Oggi riapriamo gli ospedali che erano stati chiusi e previsti in chiusura nel 2010. Prima si chiudeva, oggi si riapre, si riassume e si investe”, ha affermato Caldoro, parlando di ungrande rilancio che è stato possibile grazie ad un gran lavoro di serietà, di silenzio nei momenti difficili”.

“Oggi abbiamo recuperato quasi mille posti letto rispetto ad una battaglia che vedeva la Campania ingiustamente penalizzata – ha sottolineato il presidente – abbiamo recuperato risorse per aver eliminato gli sprechi, 230 milioni di avanzo. Grazie a questi risparmi, ridefiniamo un’organizzazione generale che permette a tanti ospedali di non essere chiusi, perchè devono rimanere presidi ospedalieri fondamentali per la nostra rete di emergenza, ha concluso Caldoro.

 

Leggi anche: Sanità in Campania, Caldoro sblocca 1118 assunzioniSanità in Campania: ultima nella graduatoria Lea 2013 / Emergenza sanità: il dossier Anpo mostra la situazione (disperata) degli ospedali napoletani