Reggio Calabria: disabile ucciso con un proiettile alla gola

E’ giallo a Cinquefrondi, indagini affidate alla Polizia di Stato
di Redazione

Nelle campagne di Cinquefrondi, Reggio Calabria, è stato trovato il cadavere di Domenico Primerano disabile di 53 anni che soffriva di disturbi psichici. A dare l’allarme è stata la famiglia della vittima. Il corpo infatti è stato trovato, in una pozza di sangue in un ricovero per gli attrezzi, da alcuni parenti che non vedendolo rincasare erano andati a cercarlo. Sul luogo teatro dell’omicidio, sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Polistena, coordinati dalla procura di Palmi. Dalle prime analisi effettuate dal medico legale è emerso che a causare il decesso della vittima sia stato un colpo di pistola alla gola e che la morte risalirebbe al pomeriggio di ieri.
La polizia sta effettuando le relative indagini, ascoltando parenti e conoscenti, per ricostruire l’accaduto, scoprire il movente e l’autore dell’omicidio. Al momento però, questa vicenda è permeata da un alone di mistero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *