Referendum, De Luca: “Tempo di umiltà. Dimissioni Renzi gesto di dignità”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato il giorno dopo la sconfitta del Referendum Costituzionale e la decisione del Premier

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato il giorno dopo la sconfitta del Referendum Costituzionale. “Gli elettori hanno respinto in modo netto la proposta referendaria. Ogni votazione è una lezione da comprendere, e su cui riflettere. A maggior ragione in questo caso, di fronte ad un risultato perentorio e generalizzato. Oggi, dunque, è il tempo dell’umiltà e della responsabilità, in una fase che si annuncia difficile per l’Italia. Va dato atto a Renzi di aver compiuto un gesto di grande dignità e coerenza, assumendosi tutte le responsabilità e rimettendo il mandato”:

 

De Luca: “Nel Sud emerso malessere sociale”

“Un voto così uniforme e forte – ha proseguito il Governatore – non può non contenere motivazioni generali e anche fra loro contraddittorie. Il contenuto della riforma costituzionale ha suscitato certo, dibattito, ma è rimasto abbastanza sullo sfondo. Si è partiti con una sovrapposizione sui temi referendari di spinte tutte politiche rivolte contro il governo, la sua azione, oltre che contro il Presidente del Consiglio. Nel Sud è emerso un malessere sociale, cui si dovrà rispondere con un piano per il lavoro a breve”.