Tensione a Benevento: distrutto gazebo Forza Nuova

Rapine in banche e gioiellerie, sgominata gang nel Napoletano

L’inchiesta sulle rapine in banche e gioiellerie è nata dalle indagini cominciate nel dicembre del 2013 a Casoria. Sei le persone finite in manette

Sgominata gang criminale specializzata in rapine in banche e gioiellerie. Ad agire, come riporta l’AGI, sono stati i carabinieri di Casoria, nel Napoletano, su mandato del gip del tribunale di Napoli Nord. Hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 6 indagati per i reati di rapina aggravata, lesioni personali aggravate e detenzione illegale di arma comune da sparo.

 

Sei le persone finite in manette nell’inchiesta sulle rapine in banche e gioiellerie

L’inchiesta e’ nata dalle indagini su una rapina nel dicembre del 2013 in una gioielleria a Casoria, nel corso della quale ci fu un ferito. Per la rapina a Casoria, due degli arrestati erano entrati nel negozio fingendosi clienti e, sotto la minaccia di una pistola, erano riusciti a impossessarsi di vari preziosi, ferendo con l’arma un uomo che, richiamato dalle urla del gioielliere, era accorso in suo aiuto. La bande, indicano le indagini, era anche responsabile di due rapine a banche, a Tricase (Le) e Misano Adriatico (Rn), e aveva disponibilita’ di armi, tra cui un fucile a pompa. Due dei destinatari del provvedimento erano gia’ stati arrestati per rapina aggravata dalla compagnia carabinieri di Tricase il 19 marzo 2014.